Epistassi, la mia recensione per il Cittadino

La prima storia dell’orrore che ho letto in vita mia era un racconto (“L’abitatore del buio” di H.P. Lovecraft), ho sempre pensato che il racconto fosse il formato perfetto per questo genere di storie che devono durare il tempo di un brivido, devono potersi leggere in una notte, insomma devono garantire emozioni intense e fulminee, proprio come uno spavento. Forrest Gump direbbe che le buone storie horror sono come cioccolatini e in effetti avrebbe ragione, niente più di un buon racconto dell’orrore può darti assuefazione e farti evadere completamente dalla realtà. Di recente ho trovato un’ottima raccolta di racconti horror, “Epistassi” (Bibliotheka Edizioni) di Stefano Cucinotta, una raccolta di racconti che hanno la particolarità di essere (in gran parte) ambientati a Milano, location, secondo me, perfetta per questo genere di storie. Ho avuto il piacere di recensire “Epistassi” sulle pagine del quotidiano il Cittadino in edicola (edizione del 4/3) potete recuperare la recensione in digitale qui.

Andrea Cattaneo

Autore (anche) di Fantascienza, designer, blogger, appassionato di Giappone e molto altro.

Leave a Reply